image_pdfimage_print

Il progetto internazionale Inno4Grass, del quale il CNR-ISPAAM è partner, premia gli allevatori innovativi.

Un premio internazionale destinato agli allevatori europei più innovativi nella gestione dei prati e dei pascoli è stato istituito per iniziativa del progetto Inno4Grass, una rete tematica internazionale finanziata con due milioni di euro dall’Unione Europea nell’ambito di Orizzonte 2020. Le azioni del progetto Inno4Grass mirano alla riduzione del divario esistente tra le conoscenze del mondo agricolo e quelle della comunità scientifica, allo scopo di sostenere la realizzazione di sistemi innovativi basati su pascoli e prati. Lo scopo di lungo termine del progetto è quello di aumentare la redditività delle aziende agricole europee che basano le loro produzioni sul pascolo e di custodire il valore generato sotto il profilo ambientale.

Gli allevatori che riceveranno il premio, uno per ciascuno degli otto Stati Membri europei partecipanti al progetto, rappresentano l’eccellenza in materia di gestione dei prati e pascoli in diverse condizioni di clima, tipo di suolo e di sistema foraggero. Ciascun allevatore è stato individuato nel proprio stato membro attraverso una selezione o una competizione, condotta dai Partner di progetto nazionali, il cui capofila nazionale è il CNR-ISPAAM. Oltre all’Italia, gli altri sette Stati Membri che saranno rappresentati nella cerimonia di premiazione sono la Germania, il Belgio, la Francia, l’Irlanda, i Paesi Bassi, la Polonia e la Svezia.

La premiazione rappresenterà la conclusione di due giorni di iniziative che si svolgeranno in Germania dal 11 al 12 giugno 2019, durante i quali i partecipanti visiteranno alcune aziende nel Nord della Germania, si confronteranno sulle diverse modalità di gestione del pascolamento e sulle tecniche di conservazione dei foraggi. Infine, ad Hannover avrà luogo una Conferenza sui pascoli e prati e si terrà la cerimonia di premiazione. L’evento sarà supportato dal Ministero per l’Agricoltura tedesco.

Claudio Porqueddu, responsabile scientifico del CNR-ISPAAM di Sassari in Inno4Grass, ha espresso la sua soddisfazione per la presenza dell’allevatore Gavino Pulinas alla cerimonia di premiazione: “è certamente un onore che l’Italia sia rappresentata in questa cerimonia. Nonostante le molte difficoltà incontrate dai nostri allevatori nella gestione dei nostri pascoli, la cui produttività è spesso limitata dalle scarse piogge e da suoli difficili, è motivo di orgoglio presentare un allevatore che gestisce i pascoli secondo criteri di sostenibilità ambientale ed economica”.

Il coordinatore del progetto, Arno Krause, a capo del Grünlandzentrum Niedersachsen/Bremen (GLZ) tedesco, ha commentato che questi allevatori sono un esempio per i loro colleghi, i quali potranno adottare le loro idee e conoscenze sui pascoli, ma che essi danno anche un contributo per la società, la cui importanza sarà opportunamente messa in risalto durante la cerimonia di premiazione.

Gli allevatori che riceveranno l’Inno4Grass Award sono:

Eddie and Denis O’Donnell – Irlanda

Hof Butendiek – Germania

Hielke and Hanny de Rooij – Paesi Bassi

Velghe Jean-Marie – Belgio

Mariusz Duda – Polonia

Gavino Pulinas – Italia

Earl Bordeau – Francia

Per and Tore Larsson – Svezia

Informazioni dettagliate sulle aziende dei premiati e di altri allevatori innovativi sono presenti nei ritratti aziendali liberamente consultabili e scaricabili dai siti www.inno4grass.eu e www.encyclopediapratensis.eu.

Il progetto Inno4Grass è stato finanziato dall’Unione Europea nell’ambito di Orizzonte 2020, il programma di ricerca ed innovazione, col contratto numero 727368.

InnovativeFarmers_Pulinas Gavino e Giuliano_IT_def